Borderline Stories

Sabato 27 agosto, ancora una volta il nostro Territorio ha avuto il piacere, la fortuna e l’onore di ospitare uno dei musicisti più apprezzati, insieme alla sua chitarra, dalla platea internazionale. Quello di Mauro Di Domenico è un appuntamento ormai fisso con l’Associazione Misiliscemi, con la quale l’Artista già da diversi anni è entrato in contatto, apprezzandone gli scopi e manifestando pubblicamente la sua vicinanza al nostro percorso.
Quest’estate abbiamo scelto come “location” il suggestivo palcoscenico naturale dell’Agricampeggio Villa Maria di Marausa. E scelta migliore non poteva essere operata per poter apprezzare il lavoro di Di Domenico “Borderline Stories”, edito dalla Edel nel 2013.
Non si è trattato di un mero concerto di chitarra, come Mauro in altre occasioni ci aveva abituato. Stavolta ha espresso il suo talento in un connubio di voci, aneddoti, video e, immancabilmente, della sua chitarra e della sua musica.
“Borderline Stories” non è solamente un cd-libro, è un progetto che ha visto la luce dopo 4 anni di lavoro anche grazie alla collaborazione di artisti internazionali. Per descriverlo non potremmo utilizzare parole migliori di quelle espresse da Giuseppe Tornatore che ha curato la prefazione dell’opera: “Il sud inteso come luogo metafisico del nascere. L’isola-mito che non può non condurre all'esilio. E il perenne viaggio che farcisce di suoni e luci il bagaglio dell’anima fatalmente condannata al ritorno. Sono i temi da cui muove il passo Mauro Di Domenico per il suo nuovo personalissimo progetto musicale Borderline stories. E ancora una volta il musicista napoletano riesce a colpire il segno regalandoci sensazioni ed emozioni di rara originalità, in una prospettiva attraverso cui le voci degli uomini, intonate al proprio errare senza orizzonte alcuno, finiscono per sopraffare il concetto canonico dello schema musicale. Ne scaturisce una sorta di poema sonoro in cui le voci di F.Murray Abraham, Nabil Badie, Pedro Cano, Roberto De Simone, Enrico Lo Verso, Shel Shapiro e Badar’ Seck, scampate ai propri ed agli altrui esili, assurgono alla funzione di armonia sonora al servizio di una musica che diviene infine parola, in un incessante scambio di ruoli che ci sorprende e incanta”.
Il lavoro è stato ispirato da una raccolta di 25000 versi di poeti arabi, nati in Sicilia durante i tre secoli di dominazione, ed esiliati insieme ad altri artisti del tempo. Per il CD sono state scelte alcune di queste poesie (“Fin quando durerà il mio esilio”, “Mano del destino colpisce e rinsalda”, “L'anima volle tutto in giovinezza”, “…”).
Gli artisti che hanno prestato la loro voce vengono accompagnati con una colonna sonora magistralmente orchestrata da Mauro e integrata dal vivo, con la chitarra, durante il corso della serata.
Non sono mancati altri brani con i quali non ha potuto evitare gli ulteriori appalusi del pubblico presente (come il ricordo che ha voluto fare del grande Pino Daniele, giusto per citarne uno), così come non sono mancati gli aneddoti affascinanti su uomini costretti all’esilio, uno per tutti Ziryab, oudista di Baghdad che aggiunse una quinta corda allo strumento (la corda dell'anima!) e costretto ad esiliare per l’invidia scatenata dalla sua bravura, approdò in Andalusia.
Al di la del talento indiscutibile del musicista, è stata sicuramente una serata che ha fatto riflettere per il tema trattato. Dietro quegli uomini, dietro quelle storie di arabi-siciliani costretti all’esilio, il pensiero non può non andare a quel flusso migratorio di donne e di uomini che, dopo alcuni secoli, ancora una volta sono costretti ad un lungo peregrinare: quel che cambia è la direzione del loro percorso, probabilmente non le cause che lo determinano.
Maurizio GABRIELE

 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina o continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Per trovare maggiori informazioni circa i cookies è possibile consultare Privacy and Cookies Policy.

  Per accettare i cookies di questo sito.
EU Cookie Directive Module Information